Home   Protagonisti

 

 

 

 

 

A. B. Lontana

 

Forse ti porterÓ teneri fiori

questa mia voce solitaria, come

nasce la primavera nei giardini

e con piedi leggeri lascia a noi

echi soavi di magnolie e aromi

che ignoravamo. Forse nel silenzio

di queste strade della tua Vicenza

salirÓ il sogno vero che riscatti

la morte viva dentro il cuore, il gelo

di un inverno infinito. Il tuo sorriso

sarÓ nel sole, nella nuova foglia

che trema lieve al volo della rondine.

 

 

 

 

pagina precedente