Home  Paese

 

 

 

Marcellise - Villa Camuzzini. Foto A. Scolari  01/06/2004.

 

Scheda storica - Arch. Sergio Spiazzi

Palazzo Camuzzini è un’antica corte collinare, che si trova al termine della strada dei Dossi, trasformata in residenza signorile alla fine del XVIII secolo. Un breve viale di cipressi accompagna il visitatore verso il cortile, recintato da muro, e attraverso un ingresso laterale, con pilastrature in tufo, si entra nel complesso architettonico.

 

Luigi Mazza sistema la corte alla fine del XVIII secolo insieme con la costruzione dell’oratorio privato, mentre la località è conosciuta come “Campo di Casa”. In questa località trascorre gli anni della sua gioventù, Don Nicola Mazza (1790-1865), che veste l’abito talare nell’oratorio della corte, costruito alla fine del XVIII secolo (1798), quando lui era ancora bambino.

 

 La corte è risistemata ed ampliata, con altre costruzioni, da Giovanni Camuzzini che acquista il complesso poco dopo il 1816, quando la famiglia Mazza per problemi economici vende la proprietà e va a vivere nella modesta casa del Pigno.

 

Nella corte troviamo l’oratorio gentilizio, inglobato e rialzato, rispetto alla sua forma originale, attraverso un artifizio architettonico, che porta il timpano classico all’altezza del cornicione degli edifici posti a sinistra.

 

L’oratorio è intitolato alla Beata Vergine della Maternità (Maria), come risulta dalla visita pastorale del 1839 del vescovo L. Grasser: “de jure Domino Jan.Baptae Camuzzini...de omnibus necessariis abcude provisum, cum imagine purpulchra B.V.Maria, Oratorium vero pictum...”.

 

 Pagina precedente