Home  Paese

 

 

Corte Pal¨.  29/02/2004 - Foto A. Scolari

 

Scheda storica - Arch. Sergio Spiazzi

Antica corte rurale posta ai margini della centuriazione romana della valle di Marcellise, tra la strada del Pal¨ e la collina di Montelungo. Il toponimo del Pal¨, ricorrente nei documenti, sta ad indicare la zona paludosa della valle, dovuta allĺabbassamento naturale del terreno e posta tra gli insediamenti del Pal¨, di Casa Pozza e del Fenilon.

 

La disposizione della corte Ŕ giÓ definita nel XVI secolo, con la divisione in due parti: la prima padronale verso est, la pi¨ lontana dallĺantica entrata, con la torre-colombara, perno della struttura; la seconda, verso ovest, con le case contadine, porticati, stalle e fienili.

 

Nel 1292 troviamo una vendita, relativa ad una pezza di terra ôin palude di Lavagnoö, da parte di Donna Maza vedova di ser Gaffo in favore di ser Fasteza di S. Martino Bonalbergo, probabilmente vicino al Pal¨ e a Casa Pozza. Nel corso del XVII secolo la corte Ŕ proprietÓ della famiglia Del Pozzo de Moni, possessione avuta in ereditÓ per il matrimonio tra Lucia Mona e Francesco Dal Pozzo.

 

Nel 1854 la proprietÓ passa a Luigi Marchesini insieme con il Fenilon e in seguito a tutte le praterie basse della valle di Marcellise.

Nelle sue opere di bonifica, del 1866, G.B. Marchesini ritrova, ad un metro e mezzo di profonditÓ, una casa dĺepoca romana, come ricordato nel 1884 dagli ispettori Conte Cipolla e de Stefani.

 

pagina precedente