Home  Paese

 

 

 

 Marcellise - Cao di Sopra. Foto A. Scolari  01/06/2004.

 

Scheda storica - Arch. Sergio Spiazzi

Antica contrada di Marcellise posta alla fine della valle come il termine indica “capo di sopra” ed è formato da antichi edifici che ritroviamo lungo le direttrici viarie collinari medievali chiamate nel secolo scorso come Strada Comunale detta dei Burri e del Casale. Il capitello viene edificato durante la prima guerra mondiale come richiesta di grazia per una malattia e per un figlio in guerra.

 

La contrada, insieme a Casale, Borgo, Mezzavilla e Chiesa, costituisce l’aggregato di Marcellise, amministrazione autonoma fino al 1927,formato da raggruppamenti d’antiche corti rurali, costruite sul fondo valle e lontane dagli appezzamenti agricoli collinari di modeste dimensioni e tra loro frammentati, per motivi logici, di praticità, di economicità e di difesa.

 

Nel 1752 troviamo Giovanni Crescente che abita a Cao di Sopra e proprietario di dieci campi suddivisi in cinque appezzamenti posti a vigneto. Le vigne più produttive sono quelle poste a valle, mentre in collina troviamo “poche vigne” e poste in contrà della Riva, delle Valere e nella contrà di Tovizo.

 

Nella prima metà del XIX secolo troviamo gli edifici proprietà delle famiglie di Giacomo Brunelli, Girolamo Orti, Domenico e Bartolomeo Andreis, Francesco Iseppi, Bartolomeo Malanotte ed i fratelli Crescenti.

 

 Pagina precedente