Home Paese

 

 

Corte Bonettone. 30/05/2004 - Foto A. Scolari

 

Scheda storica - Arch. Sergio Spiazzi

La corte si trova ai confini nord-ovest del comune, tra la Mattarana e S. Antonio, e si raggiunge percorrendo la strada del Caval e la Via Polveriera. Le Bonettone  si riconoscono per l’enorme squadrato fienile, mentre le Bonetielle, o Bonette, poste più a sud, sono caratterizzate dalla disposizione in linea dell’abitazione antica.

 

Il nome deriva dalla famiglia dei Bonetti, grandi proprietari terrieri, già in possesso nel XVI secolo dei territori della “Campanea Minor” e delle corti relative.

 

I Bonetti dal 1555 acquistano, a più riprese, la possessione, che noi chiamiamo delle Bonette e Bonettone, supplicando, poco dopo l’istituzione dei Provveditori sopra i Beni Inculti di Venezia, le acque del Fibbio a Montorio per irrigare i loro campi aridi e ghiaiosi.

 

In una mappa del 1684, ma perfezionata nel 1690, disegnata da Francesco Cuman troviamo descritti i luoghi attorno alla corte delle Bonettone fino alla “Strada Reggia vien da Verona e va a Vicenza”.

 

Nel catasto austriaco del 1848 le Bonette sono  proprietà della famiglia Torri ed intestate a Chiara-Brunona, mentre le Bonettone sono intestate al conte Giovanni-Battista Murari della Corte Bra.

pagina precedente