Home   Protagonisti

 

 

 

 

di Attilio Scolari

 

Edoardo de Betta

 

 

Di Edoardo de Betta leggendo la guida di San Martino Buon Albergo e Marcellise, opera di G. B. Stegagno, troviamo scarne notizie: infatti esso ne parla ad un certo punto dicendo: “…. Discendente di una delle più nobili famiglie delle vallate trentine, si stabilì a Verona nel 1849. Da quell'epoca fino al 1853 attese silenzioso ai suoi studi prediletti di zoo­logia, raccogliendo un materiale immenso che passò poi al nostro Museo ed è illustrato in uno scritto di Achille Forti, che parlò di lui con grandissima ammirazione, come ne scrissero il Goiran, il Perini, il Canestrini e molti altri. Ma non solo fu scienziato esimio, tanto che il nome salì in alto onore, in Italia e all'estero, ma occupò numerosissime cariche pubbliche e, tra le altre, quella di Podestà a Verona, l'ultimo Podestà austriaco, animato da un profondo senso di italianità che lo rese sommamente ammirato ed apprezzato da ogni ordine di cittadini. Attese ancora agli studi e morì il 4 novembre 1896 nella sua villa di Sogara in Marcellise.”

 

Per saperne di più scaricare il documento completo: pag. n. 73, 1.799 kb - file PDF- Edoardo de Betta

 

 

 

 

 

Protagonisti